Installare applicazioni esterne al Play Store di Android attivando le Origini Sconosciute

All’interno del Google Play Store sono presenti oltre tre milioni di applicazioni (le ultime stime recuperabili sul web parlano di due milioni e sette esattamente un anno fa, riteniamo quindi che sia stato sfondato il tetto dei tre milioni): qualunque utente di Android può trovare all’interno dello store ufficiale del sistema operativo per smartphone sviluppato da Google app adatte a qualsiasi esigenza, dalla livella al programma di messaggeria più o meno criptato, dal gioco degli uccellini incazzati alla bussola.

Ma può capitare di voler installare un Apk – questo il formato delle app per Android – scaricabile da altri luoghi che non siano il Play Store e a quel punto bisognerà effettuare dei piccoli cambi alle impostazioni per poter procedere (perché, di default, ogni dispositivo Android impedisce di installare applicazioni scaricate al di fuori dell’ambiente ufficiale di Google).

(Ma fate sempre attenzione a quello che installate: se ciò che passa attraverso il Play Store viene – più o meno rigorosamente – controllato dallo staff di Google, nel caso di app esterne non abbiamo alcuna garanzia circa quanto stiamo per installare).

Come attivare le origini sconosciute per consentire l’installazione di applicazioni di fonti sconosciute (in base alla versione del vostro sistema operativo Android, la procedura può cambiare, ma questo post è volto ad indirizzarvi in linea di massima verso l’opzione):

Andate sulle Impostazioni del vostro telefono

all’interno del menu dedicato alle impostazioni, cercate le Impostazioni aggiuntive o direttamente la sezione Sicurezza

una volta all’interno della sezione Sicurezza (potrebbe trovarsi sotto Privacy) cercate la voce Origini Sconosciute o Sorgenti Sconosciute

originisconosciute

cliccate sulla voce (di modo tale che appaia la spunta) ed il gioco è fatto: da questo momento potrete installare applicazioni non provenienti dal Google Play Store.

Commenta

You may also like...