Outlook, le mail inviate non vanno nella cartella posta inviata

Quando si configura la propria posta su Outlook, è necessario scegliere tra Pop e Imap. Oggi giorno, con ogni probabilità e considerando l’uso di diversi device magari configurati con la stessa mail, la cosa più opportuna sarebbe optare per questo secondo tipo di configurazione, ma non è questa la sede né l’articolo corretto per spiegare il perché (scendendo nelle differenze tra POP e Imap, che sicuramente vedremo in seguito).

In questo caso, ci soffermiamo su un problema che può verificarsi su Outlook (nelle edizioni 2013 e 2016) con determinate caselle di posta quando queste vengono configurate come Imap.

Può capitare infatti che – dopo aver configurato correttamente la posta – le mail che scriviamo non vadano nella cartella dedicata alla posta inviata: ciò è dovuto al fatto che Outlook, non trovando la cartella corretta, ne crea una nuova (che rimarrà sincronizzata solo sul computer).

Per prima cosa, dovremmo entrare nella mail web based (quella cui si accede tramite browser, per intenderci) per vedere se tutti i settaggi sono corretti: spesso è possibile infatti trovare l’opzione per stabilire in che percorso salvare posta inviata, posta eliminata e bozze.

In tal senso, suggeriamo di consultare le FAQ o il Servizio clienti del vostro Provider.

Verificato che non vi sia alcun problema nei settaggi della webmail, dovremmo andare a verificare i settaggi interni ad Outlook: capita infatti che Outlook non riconosca la struttura corretta delle cartelle quando le stesse si trovano come sottocartella di Posta in arrivo.

In tal caso, Outlook ignorerà il fatto che esista una cartella Posta inviata come sottocartella di Posta in arrivo e creerà una nuova cartella, che rimarrà solo in locale.

Ma non dovete preoccuparvi: riusciremo a far sì che si abbia una sola cartella di Posta inviata e che la stessa sia sincronizzabile con il server del vostro provider.

All’interno del vostro Outlook dovete andare nel menu File.

Quindi, cliccate su Impostazioni account e quindi su Impostazioni account al suo interno.

Selezionate l’account sul quale volete ‘operare’.

Cliccate quindi sulla voce ‘Più opzioni’ e andate sulla scheda ‘Avanzate’.

Lì, troverete (più o meno come nello screen che vi proponiamo di seguito, che pure è in inglese), sotto la voce Cartelle l’area dove inserire il percorso corretto: lì scrivete – come nell’esampio – INBOX.

root folder path

Il gioco è fatto!

P.S.
Per determinare quale voce inserire nell’area dedicata al percorso del vostro root, potete selezionare la voce ‘Cartelle Imap’ cliccando sulle cartelle della vostra mail: nella finestra di dialogo, cliccate sul bottone Query. Se tutte le cartelle hanno il proprio nome composto da uno stesso nome seguito da un punto, la prima parte – quella prima del punto – è la voce da inserire come root.

Commenta

You may also like...