Impossibile aprire l’app in qualità di amministratore predefinito: come risolvere su Windows 10 (nel caso di Edge)

Siete sul vostro computer, siete dentro con un utente che  è amministratore ma nel momento in cui provate ad aprire la app vi dà un messaggio d’errore simile al seguente:

This app can't open

(in Italiano dovrebbe dirvi Impossibile attivare l’app in qualità di amministratore predefinito).

Cosa fare, evitando anche in questo caso improperi o pugni a centro di schermo?

Sono diverse le soluzioni che potrebbero funzionare, e ve ne proponiamo un paio:

– una opzione, potrebbe essere quella di attivare il super admin e provare a vedere se almeno con esso il problema non si verifichi (per attivare il super admin, è necessario digitare un semplice comando su command prompt “net user administrator /active:yes“, senza virgolette. Comunque scenderemo nel dettaglio in un altro apposito articolo).

– qualcun altro (sulla community di Microsoft, per esempio), suggerisce di creare un nuovo utente collegato ad un Microsoft Account e riprovare (il problema dovrebbe venire meno).

Ma se volessimo usare il nostro utente locale, che per altro è admin (e quindi da admin deve funzionare, conveniamo con voi)?

Vi offriamo una soluzione che funziona sia sulla versione Home che sulla versione Pro (l’abbiamo testato nel caso di Microsoft Edge che non si apre dandoci questo tipo d’errore, ma supponiamo funzioni ogni qual volta non si apre in relazione al succitato errore) e bypassa i criteri di sicurezza locali (che da Windows 10 in poi esiste solo nel caso della edizione Pro).

Entrate nell’Editor delle chiavi di registro (digitando regedit dentro Run. Per andare su Run dovrete pigiare sulla tastiera sul tasto Windows e sulla R) e cercate la seguente chiave:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\System

Create quindi (nel caso non esista già) una DWORD chiamata FilterAdministratorToken e dategli come valore 1.

A questo punto, cercate quest’altra chiave:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\System\UIPI\

E modificate al suo interno la chiave Default con il seguente valore 0x00000001(1).

Con questi due piccoli accorgimenti, dovreste avere risolto il problema.

Qualora così non fosse, vi suggeriamo di verificare che il livello delle Impostazioni Controllo Account Utente (che potrete trovare digitando UAC all’interno della ricerca integrata di windows) sia al terzo livello dal basso (al numero due, seguendo l’immagine che vi proponiamo di seguito, tratta dal sito technet di Microsoft).

UAC

Commenta

You may also like...